OTTO SEMPLICI CONSIGLI PER RIDURRE AL MASSIMO LO SPRECO ALIMENTARE

Lo spreco alimentare è un problema enorme, in continua crescita nel corso degli anni, secondo la Fao infatti sono circa 1,6 miliardi le tonnellate di cibo che vengono sprecate ogni anno, pari addirittura ad un terzo della produzione alimentare globale.

Lo spreco riguarda tutta la filiera alimentare, le maggiori perdite si hanno quando il cibo arriva nell’ultimo attore della filiera, ovvero il consumatore, nell’ambiente domestico si concentra infatti ben il 40 per cento dello spreco totale. Una percentuale che ci parla dello scarso valore che attribuiamo al cibo, della mancata pianificazione dei consumi domestici nonché di errori nella conservazione dei prodotti e della poca informazione sulla corretta lettura dei termini.

Slow Food, tramite la sensibilizzazione contro lo spreco alimentare di Slow Food Youth Network Italia e la Rete Zero Waste, ci danno otto semplici consigli antispreco che possiamo iniziare a praticare ogni giorno in casa nostra, utili per il portafoglio e per l’ambiente:

  • Fai sempre la lista della spesa, scrivendo cosa acquistare e la quantità che serve, senza farti ingannare dalle confezioni “formato famiglia” o dalle offerte “tre per due” perché c’è un grande rischio che una parte venga buttata via.
  • Pianifica i menù settimanali, questo permette di programmare gli acquisti e bilanciare i pasti dal punto di vista nutrizionale, avendo una dieta più ricca e varia.
  • Impiega gli scarti e gli avanzi per creare nuove ricette con abbinamenti che spesso si rivelano molto appetitosi e si trasformano in bontà rustiche di successo, molte ricette della tradizione sono figlie della necessità di non sprecare nulla, cosa che ben conoscevano le nostre nonne e bisnonne.
  • Assicurati di utilizzare tutte le parti commestibili del prodotto che stai per cucinare, per esempio le foglie delle rape o del sedano sono ottime per farne un pesto una volta sbollentate e frullate con della frutta secca, i gambi dei carciofi possono essere utilizzati in un risotto, le ossa della carne sono l’ingrediente base di un eccellente brodo di carne e così via
  • Scopri come conservare al meglio il cibo, gli alimenti come pasta, farina, biscotti e altri prodotti secchi vanno conservati nei luoghi asciutti e non caldi, mentre gli alimenti tenuti in frigorifero devono essere suddivisi in base alla tipologia e messi negli appositi scompartimenti
  • Controlla sempre il frigorifero, la temperatura va tenuta sempre intorno ai 4 gradi, in base alle indicazioni sull’etichetta degli alimenti, controlla la chiusura e l’efficienza del frigorifero, che permette di risparmiare molta energia, infine se hai degli alimenti in frigorifero che non puoi consumare sul momento congelali
  • A parità di prodotti preferisci sempre il banco delle offerte sugli alimenti vicini alla scadenza per salvare qualcosa dalla spazzatura, tutti i negozi e supermercati mettono in offerta prodotti vicini alla scadenza a prezzo scontato
  • Compra meno cibi trasformati e più ingredienti, se compri più ingredienti e meno cibi pronti avrai la possibilità di decidere fino in fondo cosa mangiare e di tenere in casa tutto il necessario per un pasto più lungo del prodotto finito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: