CANAPA, COLDIRETTI CHIEDE UNA REGOLAMENTAZIONE NAZIONALE PER IL SETTORE

Coldiretti chiede di uscire dalla giungla di norme e controlli e dotarsi di una legge uniforme a livello nazionale riguardo alla filiera della canapa.

In Italia, sottolinea Coldiretti, i terreni coltivati a canapa in cinque anni sono aumentati di dieci volte e sono diffusi su tutto il territorio. Fino alla II guerra mondiale la canapa era molto diffusa in Italia, tanto che eravamo il secondo produttore mondiale dietro alla Russia, poi il declino del settore a causa dell’industrializzazione e l’arrivo sul mercato delle fibre sintetiche, ma anche le campagne internazionali contro gli stupefacenti, il settore è entrato in declino.

Oggi la canapa spiega Coldiretti, sta vivendo la sua seconda giovinezza, con un boom su più fronti, dall’utilizzo in campo alimentare fino alla medicina, in commercio troviamo infatti biscotti, taralli, pane, farina, olio e altro fino alla birra a base di canapa, ma dalla canapa si ricavano anche oli per la cosmetica, resine e tessuti naturali per l’abbigliamento che tengono caldo in inverno e fresco in estate, nonché per l’arredamento grazie alla resistenza delle fibre e c’è chi addirittura ha utilizzato la canapa in edilizia come isolante naturale o come pellet per il riscaldamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: