MINIERA DEL TARINE’, UN ALTRO NO ALLA POSSIBILITA’ DI ESTRAZIONE

Ancora un no, anche dalla Regione Liguria, alla possibile costruzione di cave e alle attività estrattive di titanio sul Monte Tarinè nel Parco del Beigua.

Alcuni giorni fa in Consiglio Regionale i consiglieri Selena Candia e Gianni Pastorino hanno portato un’interrogazione riguardante l’interessamento da parte della CET (Compagnia Europea per il Titanio) che nonostante lo stop già deliberato dalla Regione ha provato nuovamente a chiedere l’apertura dei giacimenti nel territorio di Urbe e Sassello.

La possibile apertura della miniera è apertamente osteggiata dalla cittadinanza locale, dai Comuni e dal Parco del Beigua, in particolare dopo che l’area è stata inserita come SIC (Sito di Interesse Comunitario) e l’area è diventata patrimonio dell’Unesco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: