la danzatrice arianna ilardi appoggia la protesta dello spettacolo: RIAPRITE I TEATRI

Il recente Dpcm, con la chiusura dei cinema e dei teatri ha creato l’inevitabile protesta dei lavoratori del mondo dello spettacolo, che denunciano l’assurdità del provvedimento, giudicato inutile e dannoso. Abbiamo intervistato Arianna Ilardi (www.ariannailardi.it), Artista e danzatrice che, proprio nella sua veste di lavoratrice anche del mondo dello spettacolo, ha dato la sua opinione, molto critica, in merito.

Arianna, cosa ne pensi del Decreto del Governo sulla chiusura dei cinema e dei teatri, visto da una persona che lavora in teatro?

Quando ho sentito la frase del presidente del Consiglio Conte, che ha detto che “non possiamo invitare più di sei persone in casa, ma non sarà mandata la Polizia” ho pensato di essere in qualche film grottesco. Ho cercato altri tg per sentire se avevo capito male, ma invece era proprio così, la follia pura, non esiste che in casa nostra una persona non possa fare quello che vuole!

Il Governo giustifica questi provvedimenti con il contenimento dell’epidemia…

Ecco, anche qui il discorso sarebbe decisamente delicato, ascoltiamo tutti di persone del mondo dello spettacolo, dello sport, ecc… che sono state contagiate, ma la stragrande maggioranza dei casi o non ha sintomi oppure si cura in casa in pochi giorni. Non abbiamo fuori la peste medievale, abbiamo visto negli ultimi cent’anni tante epidemie ma mai si era terrorizzata così la popolazione. È vero, ci sono delle vittime, ma quasi sempre sono persone che vengono testate da morte, decedute per altre cause. Poi ovvio che persone anziane e con problemi di salute devono proteggersi ed essere protette, io purtroppo ho un parente che è post operazione oncologica e per cui ogni malattia potrebbe essere molto grave, lui evita di uscire quando ci sono le stagioni influenzali o d’estate quando è molto caldo, ma sono cose di buon senso senza bisogno di decreti governativi.

Indubbiamente c’è un clima di terrore, spesso indotto dai mezzi di informazione…

Certo, ma secondo me, e qui veniamo alla decisione di chiudere i cinema e i teatri, c’è molto peggio. Mi domando una cosa, il calcio continua tranquillamente, eppure in Serie A ci sono più di cento calciatori che sono stati contagiati su cinquecento, perché piuttosto non hanno deciso di fermare il campionato? La prima risposta è semplice, ci sono troppi soldi dietro che invece non girano nel mondo della cultura.

Secondo te però c’è anche dell’altro dietro…

Si, sembra che il Governo spinga per ostacolare la cultura e rendere le persone più ignoranti possibile. Io vengo dal teatro, vedo il pubblico che frequenta gli spettacoli e dico: sono in maggioranza persone di una certa età, spesso vengono in taxi senza fare certamente assembramenti, si comportano in modo corretto, quindi perché chiudere i teatri che sono un luogo sicuro? La stessa cosa vale per i cinema, le grandi case cinematografiche non saranno penalizzate, perché i loro film si possono vedere a pagamento online, a pagarne invece saranno i film di nicchia, frequentati da un pubblico simile a quello teatrale, e anche qui colpiamo di nuovo la cultura.

Una strategia quindi per favorire l’ignoranza delle persone dici?

Tutto lo fa pensare, guardiamo anche il mondo dello sport, cosa hanno deciso di chiudere? Le palestre e le piscine non agonistiche, dove vanno i bambini. Se i bambini si contagiano facilmente allora chiudiamo anche le scuole. Invece così creiamo, specie ora che stiamo andando verso la stagione fredda, bambini e ragazzi che stanno sul divano a giocare ai videogiochi anziché formarsi magari con lo sport. È ovvio che una bambina di sei anni che fa danza non è una professionista, ma potrebbe in futuro diventarlo, basta non ostacolarla con provvedimenti assurdi.

La protesta dei lavoratori del teatro si è sentita molto in questi giorni, la appoggi?

Hanno ragione, anche se non condivido la frase per cui il teatro rappresenti il centro delle arti; è una delle arti, ma, e questo lo dico dalla mia esperienza, bisogna saper diversificare il lavoro, per esempio come ho fatto io in occasione del festival internazionale dei giorni scorsi a Venezia. Diciamo che siamo l’unico paese ad aver chiuso totalmente i teatri e cinema. Ecco, piuttosto è meglio non dare un’ immagine molto altera del teatro. Io vengo dal teatro, lo amo tantissimo,e non sono stata ricambiata.Tuttavia, nel momento in cui si dice che il teatro è la casa dell’arte,senza menzionare musei,biblioteche,gallerie d’arte,cinema,beh si dimostra di essere molto limitati…Vorrei ricordare che per un no in un teatro, un mio progetto è stato comprato dal più importante Museo della Scienza d’Europa…

Come pensi che evolverà la situazione?

Spero vivamente che, date anche le proteste, legittime ad eccezione di chi ne approfitta per saccheggiare, di questi giorni in tutta Italia il Governo ascolti la rabbia vera della popolazione e faccia marcia indietro altrimenti sono sicura che queste proteste aumenteranno. Speriamo che ascoltino i lavoratori del mondo dello spettacolo e che ritirino questa assurda decisione sui cinema e i teatri e che li riaprino al più presto.

Qualcosa sulla tua ultima esperienza a Venezia ?

E’ stata una chiamata inaspettata, di quelle che fanno battere il cuore e mantenere i nervi saldi. C’era pochissimo tempo,ma mentre il curatore Fabio Cavessago mi parlava, cercavo già soluzioni per la performance,perché nel momento in cui mi ha chiamata era un sì,anche se con lui ero freddina.Lo ringrazio per la fiducia riposta,altresì ringrazio l’Università di Venezia per i bellissimi spazi. Venice Photo Lab è un evento di altissimo livello di Fotografia che, non solo è un’Arte, ma è la madre di Cinema e Video Arte. Per me, che sono stata avvicinata alla Fotografia, come modella, dal Fotografo di Renzo Piano, è una grandissima soddisfazione artistica e personale.

Fotografia di Roberto Rosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: