LA GIORNATA DEI PRESIDI APERTI DI SLOW FOOD INSIEME AI PRODUTTORI

A vent’anni dai primi Presidi Slow Food domenica in tutta Italia saranno in piazza i produttori con l’iniziativa Presidi Aperti, che pone l’attenzione su cento prodotti da salvare.

I Presidi Slow Food sono nati in un periodo in cui l’agricoltura industrializzata spingeva i produttori di nicchia ai margini del mercato, costretti a competere con i prodotti industriali, banali e omologati ma economici e facili da trovare. A questo si aggiungevano le normative iperigieniste che trasformavano i laboratori artigiani in locali sterili, con conseguenze sulla microflora buona che dona profumi, sapori e identità ai prodotti. Decenni di urbanizzazione hanno svuotato le campagne e le montagne, lasciando da soli gli ultimi custodi di territori splendidi ma fragili.

Nel corso degli anni i Presidi Slow Food hanno riunito i produttori, che si sono uniti per agire insieme, hanno intercettato un pubblico di acquirenti attento e sensibile che è disposto a fare la propria parte per salvaguardare questa straordinaria biodiversità, facendo scoprire alle persone l’esistenza di un mondo di saperi e sapori artigiani da preservare e valorizzare.

Oggi sono oltre trecento i Presidi italiani di Slow Food che coinvolgono migliaia di produttori, uomini e donne che custodiscono i segreti che si tramandano di generazione in generazione, che coinvolgono frutta e legumi, razze animali locali, formaggi, salumi, pani, dolci.

Da oggi finalmente i produttori hanno un loro nuovo logo, la chiocciolina rossa di Slow Food nata per festeggiare l’importante traguardo dei vent’anni dalla nascita del progetto, che coincide con l’edizione di quest’anno di Terra Madre Salone del Gusto.

I Presidi Slow Food sono inoltre uno degli eventi della Green Week Europea, un momento in cui in tutta Europa si celebra la biodiversità e ci si confronta insieme sulle strategie da attuare nei prossimi anni per salvaguardare il pianeta che sta sempre più soffrendo inquinamento e sovrappopolazione.

Questi i Presidi Slow Food della Liguria:

  • Gallo nero della Val di Vara
  • Pesca artigianale del Golfo di Noli
  • Sciroppo di rose
  • Chinotto di Savona
  • Sciacchetrà delle Cinque Terre
  • Razza bovina Cabannina

I Presidi Slow Food del Piemonte sono:

  • Mieli di montagna
  • Vino Dolcetto di terrazzamento della Val Bormida
  • Castelmagno d’Alpeggio
  • Rapa di Carauna
  • Aglio storico di Caraglio
  • Cavolfiore di Moncalieri
  • Riso Gigante di Vercelli
  • Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto
  • Salame delle Valli Tortonesi
  • Burro a latte crudo dell’Alto Elvo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: