Un appello del Comune di Mele sulla situazione Autostrade

Una lettera dal Comune di Mele, per voce del Sindaco Mirco Ferrando, sulla situazione attuale che drammaticamente sta mettendo la situazione delle autostrade in Liguria alla ribalta della cronaca nazionale.

I cittadini e le attività produttive del Comune di Mele, spiega il Sindaco, stanno subendo le conseguenze fatali di quello che sta accadendo, ulteriormente aggravate da condizioni negative che si stanno verificando da diverso tempo e che stanno mettendo a dura prova la vita quotidiana dei cittadini.

In particolare il tratto della S.S. 456 del Turchino, che attraversa per otto chilometri il territorio del Comune di Mele è interessato da ben quattro viadotti autostradali della A26 ovvero il Pecetti, il Fado, il Tianin e il Gorsexio. Questi viadotti, prosegue il Sindaco Ferrando, incombono su dei terreni molto scoscesi prospicienti la Strada Statale, alcuni strade comunali e anche sentieri escursionistici. Il viadotto Gorsexio a partire dal 2016 è stato oggetto di un disgaggio da parte dei Società Autostrade del calcestruzzo delle pile dei viadotti, comunicando al Comune che l’obiettivo era quello di appaltare il prima possibile il ripristino del calcestruzzo stesso e la regimazione delle acque sulle pile interessate.

Tutto questo però è avvenuto solo in parte e la situazione della sicurezza stradale sulla Statale 456 è estremamente pericolosa in quanto il calcestruzzo non ripristinato sta continuando a deteriorarsi e cadere pericolosamente nelle zone sottostanti, interessando terreni privati, la Strada Statale e le strade comunali e le acque non regimate durante le precipitazioni intense si riversano sui terreni sottostanti, provocando l’indebolimento della tenuta dei terreni stessi e creando quindi le condizioni per eventuali movimenti franosi pericolosi sulla S.S. 456 con conseguente blocco del traffico dalla Valle Stura all’Ovadese e viceversa nonché sulle strade comunali e sui sentieri escursionistici.

Il Comune di Mele è consapevole che al momento le priorità sono altre ma chiede a chi di dovere di dedicare la massima attenzione anche a queste problematiche irrisolte da tempo e più volte segnalate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: