La vacanza sicura in campagna con AgriTurist

Siamo ancora nel pieno della tempesta, pur essendo consapevoli delle caratteristiche uniche e delle potenzialità dell’offerta degli agriturismi. Un vero porto sicuro. Il nuovo trend, dettato dalle regole per una ripartenza, è proprio la riscoperta di luoghi che permettano di godere di spazi aperti, di un rapporto autentico con la natura e le campagne italiane. Le nostre strutture accolgono in modo spontaneo ed accurato, aiutano a far conoscere la cultura enogastronomica locale e permettono di praticare il distanziamento sociale passeggiando, nuotando in piscina, praticando sport o, semplicemente rilassandosi”. Commenta così Lorenzo Morandi, presidente di Agriturist Piemonte, i dati dell’indagine svolta dall’associazione di Confagricoltura.

Lungo lo Stivale l’offerta dei 24.000 agriturismi è estremamente variegata, ma con un denominatore comune: l’ospitalità in un’azienda agricola. Dalla montagna alla collina, dal mare ai laghi l’effetto della crisi è evidente: niente americani e orientali, pochissimi dal Regno Unito, timorosi di dover effettuare la quarantena al loro ritorno. Qualche segnale arriva da Germania, Francia, Austria, Svizzera e Olanda.

La ripresa è lenta – sottolinea Morandi – e partirà soprattutto in agosto. Va anche calcolato che è stata la politica del last minute a caratterizzare le prenotazioni degli ultimi anni e, se in alcune zone i casali con piscina, scelti da famiglie o gruppi di amici sono andati a ruba, in altre è ancora l’incertezza a dettare le regole”, che continua: “La Giunta regionale ha deliberato 5 milioni di euro per il cosiddetto ‘voucher vacanze’, che si distingue in: il voucher camere e il voucher servizi ed esperienze. Il primo prevede la promozione di soggiorni di 3 notti consecutive, di cui una a carico del cliente, una a carico della Regione e la terza offerta dalla struttura ricettiva. Tali soggiorni saranno acquistabili fino al 31 dicembre 2020 salvo proroghe. La Regione Piemonte corrisponderà alla struttura ricettiva, attraverso i Consorzi, il valore della seconda notte per un valore massimo di € 150 a persona e di € 300 a camera. Il voucher esperienze e servizi prevede uno sconto del 50% sul valore complessivo del servizio”.

L’agriturismo, vanto del nostro Paese, ha pagato l’effetto Covid più di un milione di euro. “Non ci arrendiamo, anzi. Ci siamo rimboccati le maniche – aggiunge il presidente Agriturist Alessandria, Franco Priarone – convinti che si possa ancora una volta ripartire proprio dall’agricoltura. Le nostre strutture hanno tutte le carte in regola per offrire soggiorni indimenticabili in luoghi incontaminati, lontani dalla folla, dove le distanze sono naturali, il cibo è buono e genuino. Senza rinunciare al comfort e alla vita moderna, si potranno così riscoprire sapori e saperi della cultura rurale”.

Per incentivare il rilancio del comparto in questo momento difficile, Agriturist Alessandria ha creato e lanciato la campagna promozionale “Riparti naturalmente. Riparti con noi” presente sui social associativi e sul sito provinciale www.agrituristmonferrato.com, con immagini degli agriturismi associati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: