Slow Food: sosteniamo gli agricoltori comprando gli asparagi

Il settore ortofrutticolo non ha subito grossi contraccolpi dall’emergenza Covid ma vi sono diversi problemi legati alla manodopera e su alcuni singoli prodotti che stanno sentendo fortemente la crisi per la mancanza di ordini da parte della ristorazione.
Chi ha messo in piedi il servizio di consegna a domicilio ha fatto ottimi affari ma rimane il problema della manodopera per la raccolta della frutta, se le istituzioni non interverranno in maniera chiara e decisa, spiega Slow Food, magari regolarizzando gli immigrati e convertendo il reddito di cittadinanza in operatori agricoli si rischia un grande ricorso al lavoro nero, con tutti i ben noti problemi di legalità e sfruttamento che ne derivano.
Ci sono poi prodotti particolari che stanno soffrendo la crisi, e qui Slow Food da il consiglio della settimana: gli asparagi. Questo ortaggio faceva ottimi volumi di vendita con i ristoranti ma con la chiusura fino a ieri di queste attività i coltivatori non sapevano più a chi vendere. Il risultato è che il prezzo degli asparagi è crollato, fino ad appena due Euro per un mazzetto da mezzo chilo e tre Euro per prodotti eccellenti per esempio quelli di Savena nel torinese.
I produttori di asparagi sono sull’orlo della disperazione, un aiuto, spiega Slow Food, può arrivare da noi consumatori, comprando asparagi faremo un favore a noi e a loro.
Sono numerosi gli asparagi italiani pregiati, inseriti nei Presidi Slow Food: il violetto di Albenga, il bianco di Pescia, il bianco di Cesena, quello di Rivoli fino al verde Igp di Altedo compresa la asparagina, ovvero quegli asparagi più piccoli con un gusto più delicato rispetto ai verdi comuni e ancora meno costosi di quelli più grossi. Per questo in queste settimane non esitiamo e facciamo una scorta di asparagi.

Come-cucinare-gli-asparagi-3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: