Mario Bertuccio racconta – il dischetto dell’illusione

Un altro viaggio, un’altra gara epica; questa volta cari lettori vi porto in Liguria, per la precisazione a Torriglia, amena località di duemiladuecento abitanti posta a circa ottocento metri sul livello del mare; nota per le vacanze estive dei genovesi che si vogliono allontanare dalla città, Torriglia è un piccolo gioiello e la squadra del posto, la Polisportiva Torriglia 1977, milita nel campionato di prima categoria ligure.

Il 30 novembre 2019, il Torriglia affronta il Sori; i biancocelesti locali finora in casa hanno vinto solo una volta (2-0 sul fanalino di coda Ciassetta), dei nove punti attali ne hanno ottenuti cinque sul terreno amico; il Sori in trasferta ha solo vinto sul campo dell’Olimpic 1971 e di punti ne ha tredici di cui solo quattro ottenuti in trasferta.

Luca Obino, il protagonista di questo episodio, ricorda bene quella gara: “ Fu una gara combattuta – commenta – fosse stato un incontro di pugilato avremmo vinto noi ai punti, meritavamo i tre punti e invece..”.

Classe 1990, Luca Obino è un jolly, può giocare a centrocampo come interno ma è anche bravo nel ruolo di difensore centrale insieme a Conte; tre anni nel Molassana Boero, sia come juniores sia in prima squadra nel campionato di Promozione; dopo l’esperienza al Molassana Boero ha giocato per sette anni nel San Gottardo, prima categoria ligure, nell’ estate del 2017 è arrivato al Torriglia: “Mi sono voluto rimettere in gioco – ci confida- a Torriglia hò trovato un bell’ambiente e mi sono subito inserito con i nuovi compagni”.

Purtroppo la stagione 2019/20 sta riservando piu’ amarezze che gioie: “ Ci sono annate dove gira tutto storto – commenta Obino – abbiamo anche avuto arbitraggi non proprio imparziali ma quella gara con il Sori è un po’ lo specchio di una stagione difficile”.

Nel primo tempo ci provano, in ordine, Costantino e due volte Badamassi ma il pallone finisce di poco sul fondo, gli ospiti si rendono pericolosi solo una volta ma Tovani deve tuffarsi e deviare sul palo un tiro di Denaro.

Nella ripresa il ritmo cala, così come il sole offrendo agli spettatori un fantastico tramonto novembrino, e con esso l’abbassamento della temperatura; a dodici dalla fine arriva la grande occasione: “ Parodi, entrato nella ripresa, è stato atterrato in area – commenta Obino – sono andato sul dischetto, ero sicuro di segnare e così è stato”.

Renato Avanzino, dirigente del Torriglia, ricorda: “ In quel periodo non stavamo giocando bene ma con il Sori meritavamo di vincere e invece siamo stati punti allo scadere, quei tre punti ci avrebbero dato morale”.

Torriglia calcio

Il gol dell’ 1-1 finale lo segna Maggi al volo, per il Torriglia e per Obino è il terzo pareggio casalingo (gli altri sono stati con il Casassa e con il Cella 1956, entrambi per 2-2); prima dell’emergenza Covid-19 il Torriglia è penultimo a quota 15 punti, frutto di due vittorie, nove pareggi e dieci sconfitte; Luca Obino è il capocannoniere con 5 reti assieme a Matteo Costantino, oltre a loro due altri nove giocatori hanno trovato la via del gol, tre volte Caietta, due volte Mozzone, Poggi e Verduci, una rete per Badamassi, Ercolani, Sidibè, Terribile e Tola: “ Abbiamo segnato una rete in meno del Bargagli S. Siro che è al quinto posto- commenta ancora Obino – il problema è che in certe gare al primo pericolo prendiamo gol e forse ci demoralizziamo, io resto convinto che il Torriglia sia incappato in una stagione sfortunata, tutto qua”.

Come nelle altre regioni del nord anche il calcio dilettantistico ligure è fermo da inizio marzo e si allungano ombre sulla ripresa per questa stagione: “ Non penso che riprenderemo tanto presto – afferma Obino – questa stagione potrebbe essere invalidata e l’opzione di fare un campionato nell’anno solare non è affatto da scartare, la sicurezza delle persone però va sempre messa davanti a tutto”.

Non ci resta che riproporre il tabellino di quella sfida.

Polisportiva Torriglia 1977: Tovani, Carosio, Al. Avanzino, M. Avanzino, Tola (Mozzone), Sidibe, Badamassi (Ravera), Obino, Poggi (Verduci), Costantino (Parodi), Terribile (Carossino)

Sori: Biamino, Paffumi, Bertelli, Bucchieri (Scigliano), Chiusano, Bortolazzi, Moretti, Barretta (Milone), Messuri (Barbieri), Denaro (Borella), Quattrocchi (Maggi)

Arbitro: Grandi di Novi Ligure

Reti: 78 (pen) Obino, 90 Maggi

Torriglia 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: