I capperi delle Eolie hanno ottenuto il riconoscimento Dop

A partire da oggi è stata riconosciuta la nuova Dop ai Capperi delle Eolie. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale sarà quindi ufficiale la nuova denominazione italiana.

La nuova Dop rivoluziona il mondo dei capperi eoliani. Da queste parti la Dop è stata vista sempre come un’opportunità, specialmente in termini di promozione, che servirà a fare da trait d’union tra i vari territori che da secoli producono i capperi.

Il Consorzio dei Capperi delle Eolie è composto da una sessantina di aziende delle isole. Il disciplinare prevede la possibilità di poter coltivare capperi in tutte e sette le isole che formano l’arcipelago, tutelato anche dall’Unesco. Le isole più vocate a questa coltivazione sono da sempre Salina e Lipari ma ottimi prodotti si ottengono anche da Alicudi e Stromboli.

L’identità delle isole sarà sempre mantenuta in etichetta, perché i produttori o chi venderà i capperi potranno inserire in etichetta l’isola di origine dei capperi stessi. Una Dop che riunisce quindi le sette isolette del Tirreno, come già avvenuto nel caso della Doc Malvasia delle Lipari che ha contribuito a diffondere nel mondo questo prodotto grazie all’antico nome dell’arcipelago messinese.

La produzione di capperi oggi si attesta attorno ai 6/700 quintali all’anno. Circa la metà dei capperi delle Eolie provengono da Salina. Un chilo di capperi viene venduto al mercato ad un prezzo medio di 15 euro al chilo.

La Dop vuole far aumentare questa produzione in quanto il mercato ha una domanda che non riesce a soddisfare tutti gli anni. Il disciplinare della Dop prevede inoltre la possibilità per chi produce capperi di venderli a chi li può commercializzare, con un ruolo che nel mondo del vino viene defino del “conferitore”. La certificazione dei capperi e i relativi controlli sul rispetto del disciplinare saranno affidati all’Istituto Zooprofilattico di Palermo.

ab9cdd14ee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.