Strada del Turchino chiusa per altri tre mesi, la rabbia del territorio

Sembrano non aver fine i disagi per i cittadini della Valle Stura e dell’Ovadese. La Strada Statale n.456 del Turchino, interrotta dalla fine di ottobre a seguito di una frana in località Panicata (tra i Comuni di Ovada e Rossiglione) dopo gli eventi alluvionali è ad oggi ancora impraticabile.

Le risposte sulla riapertura sono arrivate ieri, ma purtroppo vanno in senso opposto a quanto sperato dalla cittadinanza e dalle amministrazioni comunali della zona: la Provincia di Alessandria ha infatti indicato il tempo necessario per il pieno ripristino della strada in novanta giorni, il che significa altri tre mesi di interruzione di questa importantissima arteria stradale che collega la Riviera di Ponente con l’Ovadese e l’Acquese.

I sopralluoghi effettuati in zona dai geologi hanno stabilito che rimangono tuttora rischi di ulteriori frane sulla strada.

La notizia ha creato inevitabilmente malumore tra i Comuni del territorio che considerano i tempi indicati inaccettabili.

L’interruzione in due tronconi della Strada Statale del Turchino sta creando notevoli disagi oltre che ai numerosi pendolari alle attività economiche della Valle Stura, dell’Ovadese e dell’Acquese.

Come se non bastasse il disagio nei giorni scorsi il territorio è salito alle cronache nazionali per il crollo dei calcinacci sull’Autostrada A26 (Voltri-Gravellona Toce) nella galleria compresa tra i caselli di Masone e Ovada, che hanno comportato la chiusura per due giorni e successivamente il passaggio alternato di veicoli, con code chilometriche.

Strada Turchino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.