Mele, il Comune chiede il servizio di AMT per il trasporto pubblico

Una proposta interessante per i pendolari arriva dal Comune di Mele. Il centro della Val Leira in questi giorni ha infatti chiesto ad ANCI di convocare una riunione congiunta con Città Metropolitana, AMT (l’azienda di trasporto pubblico del Comune di Genova) ed ATP (l’azienda di trasporto pubblico extraurbano) per iniziare a discutere una diversa gestione del servizio sul proprio territorio comunale.

La richiesta del Comune di Mele è quella di un servizio di AMT che dal quartiere di Voltri serva il territorio, dal centro del paese fino alle frazioni.

Il Sindaco di Mele, Mirco Ferrando ci ha spiegato «la cittadinanza di Mele gravita quasi interamente su Voltri, dai ragazzi che frequentano le scuole superiori alle persone che fanno la spesa fino agli anziani che devono andare alla Casa della Salute o all’Ospedale Evangelico – fa presente il Sindaco – l’utenza del nostro Comune che va in Valle Stura è minima. Purtroppo il sistema attuale di trasporto pubblico è penalizzante, ogni cittadino che per qualunque commissione si reca a Voltri deve acquistare un biglietto da 1 € e 80 e poi se vuole andare verso Genova centro un altro biglietto urbano da 1 € 50. Nel corso degli ultimi anni, inoltre – prosegue Mirco Ferrando – ATP ha tagliato alcune corse, diminuendo il servizio sul nostro Comune, a ciò aggiungiamo anche il fatto che attualmente manca un servizio a fasce chilometriche che sarebbe invece più logico: chi dal capolinea di Voltri arriva nel centro di Mele, quattro chilometri, paga la stessa tariffa di chi prende la linea fino a Tiglieto, ovvero trenta chilometri!».

Sulla fattibilità della proposta il Sindaco Ferrando è abbastanza fiducioso «da ATP abbiamo avuto una risposta positiva, da AMT per ora ancora tutto tace, ma ricordo che già una parte del nostro territorio, la frazione di Acquasanta, è servita dalla linea urbana 101, non vedo perché non sia possibile estendere questo servizio all’intero comune».

Sindaco_201604

I vantaggi di questo passaggio di gestione del trasporto pubblico sarebbero numerosi, come sottolinea il Sindaco Mirco Ferrando «in particolare penso ai ragazzi che frequentano attività sportive nella zona di Voltri e Pra, attualmente a causa delle poche corse esistenti i genitori devono accompagnarli in automobile, con un servizio urbano questo problema sarebbe risolto, ma anche per coloro che devono recarsi in centro Genova, avremmo un biglietto integrato treno-autobus molto conveniente, potendo usufruire non solamente della stazione di Voltri sulla linea Genova-Savona ma anche delle stazioni di Acquasanta e Mele Fado sulla linea Genova-Acqui Terme». Per quanto riguarda le frazioni più isolate, per esempio la Biscaccia, il Comune di Mele propone un servizio a chiamata (il DrinBus) o un servizio integrativo come già esiste sul territorio genovese.

Il passaggio di gestione sarebbe infine utile anche per i residenti della Valle Stura che, non dovendo più passare sul territorio di Mele, percorrendo la Strada Statale del Turchino, potrebbero ottenere un incremento del servizio in valle.

Una proposta sicuramente interessante che riteniamo possa essere applicata anche in altre realtà limitrofe al Comune di Genova e che gravitano su esso (ad esempio i Comuni di Campomorone e Ceranesi in Val Polcevera).

nuovo-bus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: