Il Festival “Paesaggi e oltre” nelle Langhe patrimonio dell’umanità Unesco

E’ stato presentato presso il Castello di Costigliole d’Asti l’atteso nuovo cartellone del festival “Paesaggi e oltre”, teatro e musica d’estate nelle terre dell’UNESCO, che sono Patrimonio dell’Umanità.

Alla conferenza di presentazione sono intervenuti il vicepresidente della regione Fabio Carosso (già sindaco di Coazzolo), i sindaci di Costigliole d’Asti, Enrico Cavallero, di Castagnole Lanze, Carlo Mancuso, di Montegrosso d’Asti, Marco Curto e l’assessore di Coazzolo, Silvano Stella. Con loro il presidente della Fondazione CRAsti Mario Sacco e il presidente del consorzio dell’Asti, Romano Dogliotti.

L’iniziativa (alla diciottesima edizione) è promossa dalla Comunità delle colline tra Langa e Monferrato con il contributo di Regione Piemonte, Fondazione C.R. Asti e Fondazione C.R.T..

Sponsor la Banca di Asti ed il Lions Club di Costigliole d’Asti.

Verrà realizzata dal 13 luglio al 20 agosto con dieci appuntamenti nel territorio dei Comuni di Castagnole Lanze, Coazzolo, Costigliole d’Asti e Montegrosso d’Asti.

La direzione artistica, organizzativa e tecnica è del Teatro degli Acerbi.

Los Galindos 2

Anche questa estate viene rinnoviamo l’invito “ad avere nuovi occhi” e percorrere un nuovo, appassionante ed unico viaggio alla scoperta di questo sorprendente territorio: artistico, paesaggistico e storico. Tappe, scorci e mete culturali e turistiche a due passi da casa, passeggiate al pomeriggio tra le colline, serate sotto le stelle respirando uno spirito di curiosità, di meraviglia, di ricerca della bellezza.

Fabio Carosso ha sottolineato l’attenzione della Regione Piemonte per questo festival unico nel suo genere, portando il saluto di Vittoria Poggio, neo assessore alla cultura; ha ricordato quanto l’iniziativa abbia una storicità e identità consolidata, nata dall’esperienza astigiana di cultura del territorio da esportare e far ulteriormente conoscere.

Mario Sacco ha commentato quanto questa iniziativa coniughi perfettamente cultura, turismo e paesaggio, in contesti unici di cui sentirsi fortunati di esserne parte e realizzata con il contributo professionale e qualificato del Teatro degli Acerbi.

Sono intervenuti anche Carlo Mancuso (neo presidente della Comunità Collinare) e Enrico Cavallero che ha sottolineato la relazione tra il festival e il progetto costigliolese di valorizzazione del Castello per la Compagnia di San Paolo.

Teatro dei Venti - Pentesilea

Nel cartellone la presenza quest’anno di spettacoli internazionali e anteprime assolute nelle varie tappe.

Per la prima volta al festival e a Costigliole d’Asti la compagnia spagnola Los Galindos presenterà lo spettacolo “Petites Bestieses” (26 luglio, in vari orari) in una yurta da cento posti montata nel parco del Castello. Un piccolo circo costruito con legno e stoffa, uno scrigno intimo e poetico dove assaporare la sua magia tra incanto e meraviglia.

Il 2 agosto a Castagnole delle Lanze, per la prima volta nell’astigiano, il reading-spettacolo “Preludi all’amore” con in scena il narratore e autore Luigi D’Elia (recente vincitore del Premio Eolo) e i Bevano Est, una eclettica formazione di strumenti acustici.

Il 9 agosto a Montegrosso d’Asti un grande spettacolo internazionale di piazza: “Pentesilea” del Teatro dei Venti in uno scontro tra trampoli, tamburi e…amore.

Il 17 agosto a Coazzolo nel nuovo anfiteatro “Promessi! ovvero I Promessi Sposi in scena” con Teatro Invito, una grande narrazione popolare.

Completeranno il cartellone appuntamenti con attori e musicisti in inediti omaggi ai luoghi.

Tra i primi: l’apertura del festival sabato 13 luglio nella frazione panoramica Loreto di Costigliole d’Asti con “Gino Bartali, eroe silenzioso”, un grande omaggio al ciclismo eroico degli anni ’30, con Luna e Gnac Teatro.

Ed invece venerdì 19 luglio nella frazione Boglietto di Costigliole d’Asti, il debutto della nuova creazione del Teatro degli Acerbi: uno spettacolo itinerante a gruppi di poesia e musica tra le lapidi di un cimitero di campagna dal titolo “Dormono…sulle colline”, da un’idea di Pietro Giovannini. Un’occasione insolita per poter scoprire luoghi suggestivi e panoramici delle nostre colline, ove poter godere di bellezza e quiete, sulle orme dei nostri antenati.

Ci saranno inoltre “pillole di paesaggio” condotte da paesaggisti dell’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato (che patrocina l’iniziativa), degustazioni e racconto dei vini del territorio.

Gli spettatori che percorreranno le varie tappe del viaggio nel festival potranno avere il “passaporto paesaggieoltre” in cui collezionare un timbro di “visto” per ogni evento ed inoltre potranno “raccontarlo” sui social. In questi giorni verranno premiati gli spettatori del festival 2018, con biglietti e la possibiltà ad assistere ad anteprime.

L’ingresso è a euro 10,00 (euro 8 ridotto), gratuito per i sei appuntamenti per il territorio.

Info: 339/2532921

Il programma completo sui siti http://www.teatrodegliacerbi.it / http://www.langamonferrato.it e su fb teatro.degli.acerbi e ig teatro_degli_acerbi.

DSC_8817

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...