Barbierato porta il Sardigliano ai play-off

Dall’inferno al paradiso; così è stata la domenica del Sardigliano, che doveva vincere con la vicecapolista Ovada per sperare di entrare nella griglia play-off.

I biancoverdi di mister Ziliani nel primo tempo tengono bene il campo, tengono botta agli avversari e hanno subito l’occasione per passare in vantaggio con un tiro di Barbierato che termina sul fondo; Luca Ursida deve opporsi da campione a D’ Agostino, cambio di fronte e sia Marsiglione che Carosiello trovano un muro sui rispettivi tiri a colpo sicuro.

E’ comunque un primo tempo piacevole, giocato su un bel campo nonostante la pioggia e il clima invernale di maggio; l’Ovada ha comunque la palla del vantaggio ma il tiro di Marasco, da fuori area, trova prima Ursida e poi il palo.

Nella ripresa la doccia fredda: Scontrino effettua un forte cross e Gazzaniga devia nella propria porta; scende lo sconforto sul comunale di Paderna, gremito per l’occasione; D’ Agostino su punizione cerca il raddoppio ma la sfera finisce alta di poco, entra Zunino ed è come se cambiasse lo scenario; prima palla toccata dal numero diciassette per Barbierato, cross a mezza altezza e spaccata di Matteo Ursida per il pari.

Ora il comunale ribolle, ci sono ancora diciannove minuti, ecco che Carosiello si invola sulla fascia, assist al bacio per Barbierato che di testa insacca.

In ventiquattro minuti punteggio ribaltato ma soprattutto play-off al triplice fischio finale, con la festa dei giocatori che ringraziano il pubblico.

Domenica 19 c’è la trasferta di Sale, solo la vittoria porterebbe Bariani e compagni alla finale con l’Ovada, per ora un paese brinda per un traguardo che solo sette giorni fa sembrava svanito.

IL DOPOGARA: “CI ABBIAMO CREDUTO”- “GARA TROPPO MASCHIA”

1037355

Andrea Oddone, presidente dell’Ovada, lascia il comunale scuro in volto:” Bella gara, a tratti però troppo maschia, siamo comunque secondi e ora non ci resta che aspettare chi, tra Sale e Sardigliano, dobbiamo affrontare”.

Nel Sardigliano sorrisi e commenti solo positivi, a cominciare dall’autore del gol partita, Loris Barbierato:” Noi ci abbiamo creduto, anche quando siamo andati sotto di un gol,questi play-off sono meritati, ora pensiamo a come battere il Sale”.

Andrea Carrante prima abbraccia la moglie poi si avvicina ai microfoni:” Proprio una bella vittoria, siamo tutti contenti, ora ricarichiamoci le pile, non ci volgiamo certo fermare sul piu’ bello, a Sale per vincere”.

Mister Ziliani analizza questo 2-1: “ Questi ragazzi i play-off se lo sono meritati, se avessimo però giocato sempre come oggi non avremmo sofferto fino all’ultima giornata per esserne certi, sono veramente soddisfatto della prestazione”.

Lo stesso Ziliani poi continua:” Con il Sale servirà un’altra gara come questa, di sacrificio, loro partono con due risultati utili su tre, sarà quello il loro punto debole”.

Il presidente Marco Fossati in estate aveva previsto di accedere ai play-off, ora si gode il momento:” I ragazzi oggi hanno realizzato un sogno, gara di volontà e attaccamento alla maglia, l’Ovada ha fatto la sua partita ma oggi il Sardigliano ha meritato i tre punti”.

Fossati poi continua: “Adesso godiamoci questa vittoria, al Sale penseremo da domani sera, per un paese come Sardigliano questo è un grande traguardo ma, come dice un proverbio, l’appetito vien mangiando”.

IPSE DIXIT: “ La botta al ginocchio?; nella ripresa ho stretto i denti, per il Sardigliano questo e altro..” (Davide Gazzaniga)

Sardigliano: L. Ursida, Ricci (Viotti), Cartolari, Gazzaniga, Carrante, Bariani (Zunino), Marsiglione(Repetti), Margutti, Barbierato (Longobardi), M. Ursida, Carosiello

Ovada: Masini, Abboui, Kwane(Valente S.), Ravera (Porata), Valente S., D’ Agostino(Kaba), Ciliberto, Marasco, Pini, Scontrino (Pastorino), Subbrero

Arbitro: Bianchi di Novi Ligure

Reti: 52 Gazzaniga (og), 71 M. Ursida, 86 Barbierato

IL PAGELLONE: ZUNINO COME RE MIDA, CAROSIELLO SI RISCATTA

7809886

Luca Ursida (7): si oppone a D’ Agostino, sul tiro di Marasco trova il palo come alleato

Ricci (6.5): il solito, confusionario ma caratterialmente caparbio; a volte è irruente ma contribuisce alla causa.

Cartolari (6.5): piu’ ordinato rispetto alle ultime due gare, da lui mi aspetto però di piu’.

Gazzaniga (7): autogol a parte, si regge in piedi con un ginocchio dolorante; alcuni interventi al limite ma è preziosissimo.

Carrante (7): l’ “ispettore” non concede sconti, da sicurezza e trova sempre la giusta posizione.

Bariani (7): capitano coraggioso, lascia la battaglia stremato; a Sale uno come lui serve, eccome se serve.

Marsiglione (7): lotta sulla fascia, prende falli ma ne da anche; classico lottatore.

Margutti (7): fa tanta legna in mezzo, anche lui deve ricaricare le pile.

Barbierato (9): giu’ il cappello: assist per l’1-1, torsione vincente per il sogno; e pensare che fino a una settimana fa sembrava relegato come un regalo da dare in beneficienza.

Matteo Ursida (7.5): colpi maestro, come quella spaccata per il pareggio; lui, che è alto come Messi, può spaccare una partita, il Sale è avvisato.

Carosiello (6.5): ammonito, salterà il play-off, in compenso però serve l’assist vincente per Barbierato; primo tempo forse troppo timido.

Utilizzati: Zunino (7): tocca il primo pallone e da il là all’azione del pareggio; la panchina non fa per lui, è in uno stato di grazia, e si vede.

Viotti: (6): entra e si fa subito ammonire, segnale di carattere.

Repetti (6): entra nel recupero per ridurre gli spazi avversari

Longobardi (6): stesso discorso di Repetti

Classifica finale: Boschese 66 (promossa), Ovada 62 (play-off), Sale 56 (play-off), Sardigliano 47 (play-off), Villaromagnano, Audax Orione 44, Lerma, Stazzano 40, Aurora Pontecurone 39, Valmilana 37, S. Giuliano V. 18, Tiger Novi 15, Sporting 11, Serravallese 4

L’EDITORIALE: LE PAROLE DI UN MISTER

di Mario Bertuccio

Dovete vincere per voi, non per me”; queste, piu’ o meno, le parole di mister Ziliani nello spogliatoio prima del match decisivo per i play-off.

Prevale il gruppo, prevale la voglia di un paese intero di iscriversi alla giostra per vincere il premio piu’ ambito, prevale anche la saggezza di un uomo che, indipendentemente dalla simpatia o meno, si fa da parte e lancia in campo l’arma piu’ importante, l’obiettivo finale.

Il Sardigliano, al terzo anno di vita, raggiunge già il primo traguardo, i play-off; a Sale però sarà altra musica, servirà un impresa alla champions, per dirla tutta.

Questa squadra non parte battuta, anzi: Barbierato ha segnato tre reti in quattro giorni, non facendo rimpiangere Castellazzi fermo ai box e in tribuna soffrendo per i compagni.

No, l’avventura non è per niente finita, è proprio ora che bisogna fare lo scatto finale, il Sale ha dalla sua il fattore campo e due risultati su tre ma è già successo che la quarta forza del torneo facesse lo sgambetto a chi le era davanti; nella stagione 2015/16 il Lerma vinse in casa del Cassano, arrivando ad affrontare proprio l’Ovada.

Niente è scontato nel calcio, quello però che è certo è la fame di Bariani e compagni, se poi mister Ziliani ripete quel discorso citato all’inizio a Sale qualcuno sarà meno sereno di prima.

CASTELLAZZI: “LORIS E’ IL VALORE AGGIUNTO”

Luca Castellazzi non sarà presente a Sale per i play-off ma promuove Barbierato: “Loris può segnare in qualsiasi momento, analizza il bomber, e il Sale dovrà sempre stare all’erta perché il Sardigliano non è appagato”.

Lo stesso Castellazzi poi continua: “L’infortunio contro l’Audax non ci voleva, sembravamo spacciati ma sono bastate due vittorie per prenderci i play-off e ora non volgiamo piu’ fermarci”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...