Grande successo dei produttori alessandrini al Vinitaly

Bilancio più che positivo per i produttori alessandrini al Vinitaly, come conferma CIA Agricoltori Italiani.

L’edizione di quest’anno ha visto un flusso di visitatori oltre le aspettative.

CIA Agricoltori Italiani è stata presenta con un grande spazio espositivo in cui si sono svolte degustazioni ed iniziative nel corso dei quattro giorni della manifestazione.

Il territorio alessandrino ha espresso il meglio di se nel padiglione Piemonte, il più grande della fiera insieme a quello della Toscana.

Decine i produttori CIA che hanno rappresentato il Monferrato e le peculiarità del territorio.

Massimiliano Spinola del Castello di Tassarolo ha spiegato «Dovrebbero organizzare l’apertura di un giorno dedicato esclusivamente ai privati, con prezzi più moderati, lasciando invece gli altri giorni di fiera riservati ai professionisti che possono lavorare senza avere gli stand presi d’assalto».

Donatella Giannotti, della Cascina Montagnola, anch’essa associata CIA «Abbiamo lavorato in preparazione alla fiera per incontrare gli operatori che interagiscono con noi. Portando le etichette storiche che abitualmente proponiamo, accanto a produzioni nuove, perché bisogna sempre cercare una direzione parallela verso il nuovo e la sperimentazione».

Così l’Azienda Agricola Fratelli Facchino di Rocca Grimalda «Abbiamo uno stand rappresentativo di tutto l’Ovadese, sono già alcuni anni che partecipiamo al Vinitaly con buoni risultati. Il nostro Albarossa affinato a legno riscuote grande successo e ci ha anche aperto qualche porta verso l’estero, soprattutto in Belgio e in Repubblica Ceca».

L’enologo Roberto Olivieri ha fatto infine alcune previsioni sulla campagna 2019 «adesso ci godiamo questa fiera, quando si parla di vendemmia il cuore si fa piccolo e si ingrossa il fegato! Siamo ancora lontani, ma pronti ad affrontare ogni avversità, dopo tanta esperienza. Le gradazioni rispetto ad una volta sono cambiate parecchio, dobbiamo sempre fare i conti con gradazioni molto più alte per Dolcetti e Barbere, quindi bisogna curare molto l’andamento della fermentazione, che è la prima fase importante di produzione di un buon vino».

vinitaly_cia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...