Magazine cinema – “La favorita”: una regina inglese, una rivalità crudele

Il nuovo film di Yorgos Lanthimos, La Favorita, presentato a Venezia 75, segna il passaggio a un cinema più commerciale.

Candidato a 10 premi Oscar, 5 Golden Globes è un film innovativo. Il regista greco utilizza in modo nuovo la cinepresa, ha un occhio attento al colore, ai costumi, alla luce. Bella la fotografia, la scenografia, l’arredamento. Brave la attrici e la loro storia, gli attori sono trasparenti.

E’ un affresco degli intrighi di corte, in cui le donne trionfano. Lanthimos punta a una pellicola in costume, lo fa con stile, con tecnica, ma ,secondo me, non tocca il punto profondo dell’animo dello spettatore, non lo stupisce.

Primi anni del ‘700. L’Inghilterra è in guerra contro la Francia. Una fragile regina Anna ( Olivia Colman siede sul trono, mentre l’amica intima Sarah Churchill (Rachel Weiz ) governa il paese al suo posto e si prende cura della sovrana in cattiva salute e con un temperamento volubile. Quando la cugina Abigail Masham (Emma Stone ) arriva a corte, si fa benvolere da Sarah. E’ l’occasione di tornare alle radici aristocratiche da cui discende. Abigail si insinua fra le due donne , diventando la confidente della sovrana. Può così realizzare le sue ambizioni e non permetterà a nessuno di intralciarle la strada.

In primo piano l’invidia, l’avarizia, l’ingordigia fisica e mentale, il desiderio di vendetta in un connubio di lussuria e di morte. Si salva l’interpretazione delle tre protagoniste. Olivia Colman è una regina schiacciata dalle responsabilità e dalla insicurezze di una persona anziana, infelice. La sua unica certezza è l’amore di Sarah e i suoi conigli, uno per ogni figlio che ha perso. Si sfidano in campo aperto Emma Stone e Rachel Weisz, attrici straordinarie.

Sono uscita delusa, il film è un eccesso di brutalità, con un finale confusionario. Anna allontana Sarah dall’Inghilterrra e resta con Abigail, relegata al ruolo di serva, come dimostra l’ultima scena. M.p.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...